A partire dal 1990 – anno in cui è stata fondato il suo atelier nell’antico palazzo di famiglia in via de’Bardi a Firenze – Lorenzo Villoresi ha tracciato una strada del tutto nuova nel settore della profumeria artistica.

Collaborando con famosi nomi della moda italiana e internazionale, Lorenzo Villoresi sviluppa i primi prodotti: fragranze per la casa e l’ambiente, per il bagno e finalmente, nel 1991, il primo profumo Uomo, subito seguito da Donna e da altre Eau de Toilette. Alcune di queste rappresentano una personale interpretazione di temi classici della profumeria, come il Sandalo, il Patchouli e il Vetiver, altre, come Dilmun, Alamut e Teint de Neige o come Iperborea e Theseus, si ispirano a mondi immaginari, miti e leggende di paesi e culture diverse, atmosfere e paesaggi esotici e sognanti.

Caratterizzano le creazioni di Lorenzo Villoresi, l’uso di materiali pregiati: Cristallo, Alabastro di Volterra, Marmo Statuario di Carrara, Legno d’Olivo, Cuoio Fiorentino e Travertino, componenti tipiche degli Opifici Granducali Medicei, richiamati dal passato per far rivivere un’arte nata preziosa.

Ripercorrendo le rotte dei mercanti toscani del Rinascimento, nell’universo di Lorenzo Villoresi, materiali, fragranze, colori di Toscana si incontrano e si armonizzano con suggestioni, spezie ed essenze d’Oriente. Olii essenziali ed estratti ricercati provenienti da tutto il mondo si accostano ad elementi prettamente toscani come il lauro, l’olivo, il cipresso, la preziosa e rara radice di Iris.

Nei locali dell’antico palazzo di famiglia sono in corso i lavori per ospitare un Centro-Accademia dell’Arte del Profumo, dove un vero e proprio “museo” degli odori e un giardino aromatico faranno da sfondo ad attività didattiche, formative e divulgative legate all’universo delle fragranze, per consentire ad adulti e ragazzi di scoprire il fascino e i segreti di un’Arte che è allo stesso tempo antica, moderna e proiettata verso il futuro.