Il progetto Meo Fusciuni nasce dalla definizione artistica di profumo come memoria olfattiva e dall’unione di due anime Giuseppe Imprezzabile e Federica Castellani. La nostra ricerca inizia nel viaggio, come vagabondi di una terra dove sostare pochi istanti, dove catturare sentori, dove creare le nostre fragranze, dove sognare, dove ritornare.

Meo Fusciuni è un viaggio alla continua introspezione di se stessi, la trasfigurazione olfattiva di un cammino percorso all’ insegna della ricerca ossessiva attraverso luoghi, poetiche e sensazioni.

Liquido odoroso, materia che lo contiene e linguaggio poetico che lo racconta, tutto racchiuso in un profumo, questo è la filosofia del progetto.

“Il mio percorso è decisamente atipico per un profumiere, sono sicuro che sia stato il caso insieme a una serie di accadimenti che posti uno accanto all’ altro hanno fatto si che io oggi sia un creatore di profumi.

Volevo perdermi in luoghi lontani e raccontare episodi antropologici dell’uomo, invece sono qui, a raccontare episodi olfattivi della mia vita.

Nel mio lavoro dapprima muto di odore, è la poetica a nascere per prima, la scintilla che nella ricerca interiore o nel viaggio fisico nasce e sviluppa l’idea. Poi questa prende forma nella mia mente materializzandosi nella struttura olfattiva del profumo. Da lì inizia la seconda fase, arrivare goccia dopo goccia al risultato finale, trovare l’emozione olfattiva che racconti la storia che ho dentro me e che voglio far vivere a chi segue il nostro cammino. In realtà cerco di creare memorie olfattive che raccontino la mia vita, la visione che ne ho d’essa, una ricerca continua, attraverso l’odore e l’emozione olfattiva.

Il mio è e rimarrà sempre un lavoro autobiografico”.